Il territorio

Il Territorio

 

“Decaduti i greggi ed aboliti i dazj, gli abitanti del Chietino rivolsero incontanente le loro cure all’agricoltura… e sempre più progredendo in varj rami d’industrie agrarie, sono giunti oggidì a spedire per mare e per terra grani, oli, vini…”

G. Del Re  Calendario per l’Anno Bisestile 1820


Parrocchia di Santa Maria de Cryptis in Chieti

Parrocchia di Santa Maria de Cryptis in Chieti

 

Dopo più di cinque generazioni la passione per la vite ed il vino è arrivata nel 2009 a concretizzarsi nel fondare l’azienda agricola Maligni.

Il nome Maligni è un appellativo che da oltre quattro generazioni identifica la famiglia Tomei e, secondo le ricerche effettuate, sarebbe da additare ad un contenzioso avvenuto tra l’allora pater familias Pasquale Tomei ed il parroco del luogo.

                                                                     

           

 

 

Situata sulle colline teatine che guardano al mare Adriatico, l’azienda agricola Maligni si estende nei comuni di Chieti e di Torrevecchia Teatina.

 

Fossile di Ostrea risalente a circa 1 mln di anni trovato nel suolo del nostro vigneto di Passerina

Diversi “terroir” arricchiscono l’ampelografia della costa teatina

La ricchezza di questo territorio risiede nella grande varietà di suoli che possiamo trovare, dai terreni sabbiosi ai terreni argillosi in poche centinaia di metri di distanza, differenti esposizioni e temperature che insieme contribuiscono a definire il Terroir adatto alle diverse varietà autoctone abruzzesi.

 

Un Territorio che richiede attenzioni e cure

Situati tra la costa Adriatica, il Gran Sasso d’Abruzzo e la montagna madre Majella ci troviamo nel territorio ad alta vocazione vitivinicola dove per storia e per cultura si coltiva la vite da secoli.

Il prezioso lavoro dei viticoltori dei territori collinari abruzzesi tutela e protegge la bellezza del paesaggio anche dal punto di vista idrogeologico.

Sapori e Sensazioni del Territorio

Le tipicità del territorio riescono a creare un connubio imprescindibile con il panorama enologico abruzzese, come ad esempio la freschezza del Pecorino con il pescato dell’Adriatico, il Cerasuolo con il brodetto alla vastese, il Montepulciano d’Abruzzo con i famosi Arrosticini, il vino cotto con i cantucci.

Quello abruzzese rappresenta un territorio ricchissimo di proposte gastronomiche che trovano la loro esaltazione in abbinamento con la grande varietà di vini autoctoni.